PA e social network, cosa chiedono gli italiani? Quanto si fidano? Quali strumenti preferiscono? Lunedì 21 maggio a Roma la presentazione del primo PA Social Day con i dati dell’Istituto Piepoli. Appuntamento alle ore 12 in ENIT (Sala Italia – Via Marghera, 2)

Sei italiani su dieci considerano i social una importante occasione di lavoro. Il 48% degli italiani si fida delle informazioni della Pubblica Amministrazione, il 90% chiede alla PA maggiore possibilità di partecipazione e informazioni in tempo reale. Sono alcuni dei dati ricavati dal lavoro dell’Istituto Piepoli sul rapporto tra cittadini, Pubblica Amministrazione e nuovi strumenti di comunicazione (web, social network, chat). Su quali mezzi di comunicazione i cittadini chiedono di essere informati dalla Pubblica Amministrazione? Quali strumenti di comunicazione gli italiani ritengono più affidabili per le informazioni e i servizi pubblici?

La ricerca sarà presentata a Roma lunedì 21 Maggio in occasione della conferenza stampa di presentazione del PA Social Day, il primo evento nazionale dedicato alla nuova comunicazione pubblica via web, social network, chat, intelligenza artificiale, servizi digitali in grado di mettere il cittadino sempre più al centro. L’evento, organizzato dall’associazione PA Social si terrà il 6 giugno 2018 e coinvolge tutte le regioni italiane con 17 città in contemporanea. La presentazione si tiene alle ore 12 presso la Sala Italia di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, via Marghera 2, Roma. Partecipano Francesco Di Costanzo (Presidente Associazione PA Social), Livio Gigliuto (Direttore Istituto Piepoli), Alessia Freda (coordinatrice regionale PA Social Lazio). 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi